Utilizzando questo sito, autorizzi noi e i nostri partner a poter impostare dei cookie per personalizzare i contenuti come da nostra Cookie Policy

Arrow up
Arrow down
21 Novembre, Martedì, 2017

header Ragazzi

 

TUSCANY: TORNEO CITTA’ DI FIRENZE CATEGORIA UNDER 12- 2016.

TUSCANY: TORNEO CITTA’ DI FIRENZE CATEGORIA UNDER 12- 2016.

Questa volta vogliamo iniziare dalla fine, dalla cerimonia di premiazione che ha concluso ieri, domenica 16 luglio, quattro intensissime giornate di baseball giovanile. Iniziamo dalla fine perché vedere tutti quei ragazzi allineati, silenziosi e anche inconsapevoli di quello che rappresenta l’inno nazionale di Israele, ha veramente creato tanta emozione, così come emozionante è stato vederli cantare, tutti insieme, il nostro inno nazionale.

Alla lettura poi dei piazzamenti delle varie rappresentative si è potuto vedere quello che dovrebbe essere, sempre e non solo a quell’età, lo spirito di giuoco: nessuna recriminazione, nessun commento amareggiato ma veri e sinceri complimenti per tutti i partecipanti, in modo particolare per la squadra israeliana alla quale è stato concesso un coreografico “corridoio d’onore” da parte di tutti gli altri partecipanti.

qui il video

 Conferma di questo anche quando è stata data lettura dei premi individuali: gioia incontenibile nei confronti, nel nostro caso, per il titolo di miglior lanciatore del Torneo assegnato al nostro Daniele Menoni e così è stato per il miglior battitore e per il giocatore più utile!

Qualcuno potrebbe pensare che questi atteggiamenti possano essere il frutto di uno scarso spirito competitivo, determinato magari dalla giovane età dei partecipanti.

Questo qualcuno, riteniamo, è però molto lontano dalla mentalità di questi ragazzi, dal loro spirito, dalla loro capacità di insegnare qualcosa anche a noi adulti: la gioia di stare insieme, di conoscersi, di giuocare ma anche di competere, al punto che le gare, con la sola esclusione, per quel che ci riguarda, di quella persa contro la rappresentativa israeliana, sono state combattute fino all’ultimo, come stanno a testimoniare i punteggi finali.

Competitività e sacrificio, dunque, ma anche voglia di divertirsi; ricerca della prestazione ma anche serena accettazione del risultato del campo dal quale si può anche uscire sconfitti ma con la voglia di crescere e migliorarsi.

Qualche parola, sulla nostra partecipazione:

Prima di tutto un aspetto, riteniamo, molto positivo: essersi presentati con una rappresentativa mista, composta cioè di atleti Antella e Junior Firenze White, se per un verso può aver penalizzato l’intesa in campo, è stata comunque una ottima occasione per i nostri, e crediamo anche per i White, per conoscersi e per socializzare e di questo non possiamo che renderne il giusto merito all’impegno ed alla dedizione dei tecnici delle due squadre.

Un lavoro importante reso anche più complesso dal periodo, tradizionalmente caratterizzato da molte assenze dovute alle vacanze estive.

In ultimo volgiamo sottolineare che ci sentiamo debitori di un ringraziamento importante e sentito alla Società organizzatrice del torneo per l’accoglienza e l’enorme sforzo organizzativo che ha garantito lo svolgimento di una manifestazione all’altezza delle aspettative sia in campo che per quel che riguarda tutti gli altri servizi messi a disposizione delle squadre partecipanti con professionalità e passione.

Un ringraziamento va anche alle autorità intervenute e, consentitecelo, anche alle famiglie dei nostri giovani atleti che hanno sofferto e gioito con loro durante tutto questo lunghissimo ed entusiasmante fine settimana.