Utilizzando questo sito, autorizzi noi e i nostri partner a poter impostare dei cookie per personalizzare i contenuti come da nostra Cookie Policy

Arrow up
Arrow down
21 Novembre, Martedì, 2017

header Home

header

 

Dalla Nostra Pagina Facebook

WINTER LEAGUE 2016

WINTER LEAGUE 2016

Settimi su nove squadre partecipanti. Dal punto di vista strettamente numerico, oggettivo, non possiamo certo dire di essere soddisfatti del risultato e a poco vale il pensiero che la prima giornata abbiamo giocato, e perso, contro le squadre che poi hanno disputato la finale per il primo ed il secondo posto! Ma per fortuna in questo genere di valutazioni il dato numerico non è ne può rappresentare tutto. Vediamo da vicino gli aspetti positivi, perché ce ne sono e molti, di questa “tre giorni”.

In primo luogo la partecipazione, massiccia, dei nostri ragazzi, costretti, nella seconda giornata, ad una levataccia non da poco per disputare una sola partita che però valeva la possibilità di poter giocare, come poi è stato, per il settimo posto. Partecipazione vuol dire, con assoluta certezza, maturità, senso di appartenenza, voglia di confrontarsi ma anche, e non è cosa da poco, desiderio di giocare per divertirsi.

Una maturità ed un senso di appartenenza che va esteso anche ai genitori i quali, assecondando la “passione” dei figli, hanno dedicato tre domeniche al baseball!

In secondo luogo dobbiamo anche rilevare la qualità di questa partecipazione: non solo numeri, presenza, ma anche e soprattutto, grinta, impegno e concentrazione che sono stati la più piacevole sorpresa della seconda e ancor più della terza giornata. Abbiamo potuto vedere ognuno dei nostri ragazzi esprimere al meglio il proprio attuale baseball con un comportamento in campo che spesso ha sopperito alle lacune tecniche del tutto normali in questa fase della preparazione e del loro percorso.

 

Ci piace poi sottolineare il forte spirito di squadra che si è andato sviluppando, il legame forte, in campo e fuori, elementi di qualità in più a questo giovane gruppo.

Nonostante la posizione finale in classifica possiamo notare elementi positivi anche dal punto di vista tecnico.

Quasi in continuità con quanto notato alla fine della scorsa stagione abbiamo potuto vedere la squadra esprimere, al di la delle prestazioni individuali, un gioco di insieme sempre più consapevole e armonico: i ragazzi cominciano davvero a conoscersi, a fidarsi l’uno dell’altro, a realizzare giocate importanti, frutto dell’intenso lavoro in allenamento. Abbiamo visto, ad esempio, degli out in prima ed in terza base che non erano frutto del caso ma dell’allenamento e della migliore consapevolezza dei nostri ragazzi. C’è ancora tanto da lavorare ma ci pare che, anche quest’anno, la strada imboccata con il consueto impegno e dedizione dal nostro tecnico sia quella giusta.

Un’ultima notazione riguarda i singoli che hanno ottenuto un riconoscimento quali miglior battitore, Alessandro, e miglior lanciatore, Kevin. Una affermazione importante che nulla toglie agli altri che hanno lanciato o battuto e men che meno a coloro i quali si sono comunque distinti in un lavoro di difesa, magari meno visibile ma ugualmente determinante.