Utilizzando questo sito, autorizzi noi e i nostri partner a poter impostare dei cookie per personalizzare i contenuti come da nostra Cookie Policy

Arrow up
Arrow down
27 Luglio, Giovedì, 2017

header Home

header

 

Dalla Nostra Pagina Facebook

Winter League 2016 Ragazzi

Partita la stagione “agonistica” per i nostri atleti della categoria Ragazzi: domenica 7 febbraio, infatti, al Palamattioli è ufficialmente iniziata la Winter League.

Molte la squadre in campo e buona l’organizzazione anche se, come del resto in passato, scarsa la cornice di pubblico.

Veniamo subito ai nostri ragazzi che, dopo mesi di lontananza da gare ufficiali, si sono ritrovati in campo per testare il lavoro invernale, effettuato in gran parte sotto la copertura del nostro “tendone”.

Se ci limitassimo a considerare i risultati delle prime due partite del torneo, la prima contro i “cugini” del Chianti, la seconda contro Junior Firenze Red’s, non ne potrebbe uscire che una valutazione impietosa: due partite e due sconfitte.

In realtà, ad una analisi più attenda e soprattutto avendo a riferimento quanto accadeva in campo soltanto un anno fa, non è possibile negare due elementi di assoluto rilievo: la migliore compattezza della squadra e i progressi dei singoli. Il primo aspetto, la compattezza della squadra, lo si è potuto apprezzare soprattutto nella prima partita, giocata contro un Chianti galvanizzato dalla immediatamente precedente vittoria nei confronti dello Junior Firenze. In questa prima fase si è potuto apprezzare un livello importante di crescita relativamente all’acquisizione di meccanismi e tempi di giuoco: buone coperture, concentrazione, senso della posizione in campo. Insomma: una squadra. Niente lamentele verso i compagni, costante attenzione dei più “anziani” nell’andare a presidiare zone del campo a sostegno dei compagni più giovani.

Il secondo incontro ha visto, inutile negarlo, un calo riteniamo più mentale che fisico da parte dei nostri ragazzi.

Occorre tener conto che una parte importante l’ha giocata sicuramente l’emozione, la tensione agonistica che, altro elemento positivo, non è mancata neppure a risultato, negativo, ormai acquisito.

Abbiamo potuto vedere una sintonia, tra i ragazzi, che ha comunque permesso azioni importanti, indicative della crescita di una squadra che, riteniamo, può guardare al futuro con serenità e la consapevolezza di aver iniziato una importante fase di maturazione che darà senz'altro buoni risultati.